Lo sapevate che: le ustioni casalinghe o solari

tmp_30624-images2086706597Di solito, a meno che non si faccia un lavoro ad alto rischio, non ci si scotta spesso.. ma quando capita son dolori. Ne ho fatto esperienza diretta circa 10 giorni fa. Come mamma si ha spesso a che fare con cose nuove e ho sperementato, con il mio secondo bambino, il tiralatte manuale. E fin qui tutto bene. Ma come sapete anche il latte materno va conservato e quindi i barattoli e le cose che si usano per spremerlo vanno bollite. Cosi’ ho fatto anche io: in un bel pentolone di acqua bollente ho messo il mio tiralatte e il biberon. Nell’atto pero’ di svuotalo mi sono rovesciata l’acqua rovente addosso. Mi e’ caduta sulla pancia e appena ho sollevato la maglietta la pelle non c’era gia’ piu’!!! Un bruciore lancinante.

Non bisognerebbe mai applicare del ghiaccio sulle scottature, ma solo acqua fresca corrente. In questo caso pero’ ho fatto un’eccezione: ho coperto il ghiaccio con un canovaccio doppio e poi ho applicato una garzina sterile sulla ferita. Ho abbassato la maglietta e ho applicato il ghiaccio appena sentivo il classico bruciore che aumentava. Una goduria vera! Ho fatto cosi’ finche’ il dolore non si e’ attenuato.

Siccome sono in allattamento non potevo applicare nulla se non fitostimolina, come mi ha raccomandato sia l’ostetrica che la ginecologa. Ma poi mia cognata, (santadonna!!!) mi ha cosigliato una crema naturale che si trova in erboristeria che avevano dato a lei per la cura della ferita del cesareo, quindi adatta in allattamento. E cosi’ ho deciso di scrivere questo articolo per aiutare le persone che come me sono un po’ distratte o semplicemente sfortunate e si ustionano… Si chiama REMARGIN e l’ho trovata miracolosa! Si puo’ usare per tagli, scottature (anche solari), tagli alle mani o alla bocca che vengono in inverno, ecc..

Dopo soli 10 giorni la mia ferita e’ completamente a posto. Vi assicuro che con la fitostimolina non sono riuscita ad avere gli stessi risultati. Per tre giorni avevo provato con la fitostimolina a far smettere la ferita di perdere “liquidi”. Con il Remargin, dopo meno di 12 ore la ferita era asciutta e poi nei giorni successivi e’ guarita perfettamente. Provare per credere!

Attenzione pero’: le scottature non sono tutte uguali e per valutarne correttamente la gravita’ dovete sempre recarvi dal medico! Il fai da te non e’ consigliabile. Per le ustioni di primo e secondo grado va bene anche una cremina naturale e il tempo, ma per le ustioni di terzo grado ci vuole personale medico qualificato!

alla prossima scoperta,

vostra

Nosy

Annunci

Lo sapevate che: le notizie sul WEB

In questi giorni mi sono imbattuta più volte in articoli che pubblicizzano una ricerca tutta italiana che -secondo quello che si dice- avrebbe trovato la cura per il tumore. Tutti chiedono di condividere questa informazione e molti condividono. Non è del tutto una bufala, ma prima di pubblicare bisogna essere certi che si tratti di una notizia reale e che il complotto per l’ostruzionismo ad una ricerca italiana sia qualcosa si fondato.

Capisco che -di cuore- ognuno di noi vorrebbe che il cancro sia ormai sconfitto, ma per ora non è così. Pensiamoci: se VERAMENTE qualcuno avesse trovato la cura del cancro, le case farmaceutiche farebbero a botte per averla e pubblicizzarla. (Vi immaginate quanti soldi ci farebbero?).

Vi invito a cercare bene prima di condividere cose che possono anche illudere persone che soffrono per situazioni come quelle di persone amate che hanno un cancro.

Guardate qui

alla prossima scoperta

vostra

Nosy